Via Cavour 53, Abbadia San Salvatore
+39 0577 779911
hotelfabbrini@yahoo.it
Hotel Fabbrini – Monte Amiata – Abbadia San Salvatore
Notizie
L’Amiata e gli autunni più belli del mondo

Se qualche anno fa una troup della tv pubblica giapponese arrivò ad Abbadia dicendo che aveva sentito dire che gli autunni più belli del mondo sono a Sapporo e sull’Amiata un motivo ci sarà. Il fatto è che, se anche solo si decidesse di concentrarsi sull’aspetto estetico e panoramico della montagna in autunno, non si potrebbe non rimanere colpiti dallo straordinario quadro di colori caldi che caratterizza l’Amiata durante questa stagione.

Gogliuli, suggiuli e mónne: i mille modi per gustare la castagna dell’Amiata

La castagna dell’Amiata, si sa, è una prelibatezza straordinaria, una delle migliori specie presenti in Italia. Oggi è diventata un alimento di pregio che attira appassionati del suo gusto inconfondibile da ogni parte del mondo, una piccola nicchia di amanti che attende impaziente l’autunno per poterla cucinare in mille modi sulle proprie tavole.

Toscana Orienteering Classic – A novembre l’Amiata scopre un nuovo grande evento

Succederà a novembre e sarà una grande novità per Abbadia San Salvatore e per il Monte Amiata. Da 20 paesi diversi nel mondo arriveranno per una due giorni di gare (1 e 2 novembre) gli atleti del Toscana Orienteering Classic.

Torna il periodo delle feste d’autunno sul Monte Amiata

L’autunno è la stagione in cui da sempre la montagna dà i suoi frutti. Tradizionalmente è un momento importante, qualcosa di profondo che nella nostra gente risveglia un grande senso di appartenenza e un legame con la natura che ha a che fare con qualcosa di molto simile al sacro. Così, come avviene ogni anno, dalla fine di settembre ai primi di novembre l’Amiata prolifera di feste che celebrano questo legame con la nostra terra e i suoi generosi prodotti. Vediamo allora tutte le feste d’autunno sul Monte Amiata.

Ci sono i funghi sull’Amiata?

Non c’è amiatino, potremmo scommetterci, che quando si avvicina l’autunno non si sia sentito chiedere da qualche amico di città: “Ci sono i funghi sull’Amiata?” La domanda è semplice, è trovargli una risposta che è complicato. I funghi ci sono se li sai trovare ed essere dei bravi fungaioli è un’arte che non si può che apprendere da chi conosce i posti migliori, da chi trascorre molto tempo tra i boschi della montagna in interminabili passeggiate, scrutando tra il fogliame del sottobosco e la terra umida alla ricerca di quelle prelibatezze, uniche e squisite che si possono cucinare in decine di modi ed essere apprezzate in innumerevoli piatti.

Torna lo spettacolo del Trail dell’Amiata

Tutti gli appassionati di trail running aspettano domenica 19 agosto quando prenderà il via il Trail dell’Amiata. 27 km di strade sterrate all’interno dei boschi del Monte Amiata, tra castagni e faggi, tra salite e discese, tra fatica, sudore e paesaggi straordinari. L’appuntamento per seguire tutta la manifestazione è già per il sabato 18, quando i concorrenti si ritroveranno per un briefing pre-corsa, dove verrà presentato il percorso. Domenica il raduno dei partecipanti è previsto per le 8.30 presso lo stadio comunale Orlando Campolmi, punto di partenza storico anche dell’altra grande competizione podistica estiva: la Salitredici.  Lo start è previsto alle 10 e subito ci si immetterà, dopo pochi metri, nei boschi dell’Amiata e lì, tra strade bianche e vecchie mulattiere, si arriverà fino a toccare la celebre Croce monumentale della montagna, il punto che simbolicamente rappresenta la vetta dell’Amiata. Poi si tornerà a scendere, per fare ritorno allo stadio. Una sfida avvincente, una competizione per veri appassionati del genere. Ma se da una parte bisogna essere ben allenati per affrontare il Trail dell’Amiata, dall’altra anche chi vuole godersi solo una giornata all’insegna del contatto con la natura potrà farlo con una camminata non competitiva di 9 km, da fare volendo anche in nordic walking, con partenza prevista alle 10.15, o ancora la suggestiva passeggiata in e-bike (partenza alle ore 9.45). Una domenica interamente dedicata allo sport all’aperto, con la bellezza della montagna a fare da scenario inconfondibile ed inimitabile, per un Trail dell’Amiata che si preannuncia pieno di sorprese.

Cosa fare sul Monte Amiata la settimana di Ferragosto

Sarà un tripudio di sagre e ricorrenze legate al ricchissimo patrimonio gastronomico del territorio amiatino. Per cui, se vi state chiedendo cosa fare sul Monte Amiata la settimana di Ferragosto, non abbiate paura. Oltre a tutto ciò che potete fare ad Abbadia San Salvatore, se siete amanti della buona tavola e dei piatti tipici della montagna toscana non mancheranno le occasioni per soddisfare il palato.

Cosa fare la settimana di Ferragosto ad Abbadia San Salvatore

La settimana di Ferragosto si avvicina e  gli eventi che caratterizzano uno dei periodi più caldi dell’anno (in tutti i sensi) saranno davvero tantissimi. Vediamo cosa fare la settimana di Ferragosto ad Abbadia San Salvatore.

Quei fuochi d’estate – La storia dimenticata del Ferragosto badengo

Alcuni se lo ricorderanno, altri l’avranno sentito solo raccontare, altri ancora non crederanno neanche che stiamo dicendo una cosa vera. Eppure per anni i fuochi, che qui ad Abbadia conosciamo bene con la tradizione delle Fiaccole di Natale, si facevano anche d’estate e non in un periodo qualisiasi, ma proprio in occasione di Santa Maria Assunta.

Francigena Folk Festival 2018. Tutte le info sull’evento

Sta per tornare l’appuntamento con il Francigena Folk Festival. La kermesse di appuntamenti musicali, culturali ed enogastronomici che ogni anno celebra la Via Francigena ed il suo stretto legame storico con Abbadia San Salvatore, proporrà anche quest’anno moltissime iniziative.

1 2 3 22
Top