Via Cavour 53, Abbadia San Salvatore
+39 0577 779911
hotelfabbrini@yahoo.it
Hotel Fabbrini – Monte Amiata – Abbadia San Salvatore
RADICI E MEMORIE
Programma attività Museo Minerario Abbadia 2016 – Nuovo Museo Multimediale Abbadia

Il 14 luglio il nuovo Museo Multimediale di Abbadia, facente parte del complesso del Museo Minerario Abbadia, è stato presentato alla popolazione amiatina. Il nuovo Museo Multimediale amplia e arricchisce la già straordinaria offerta del Museo Minerario Abbadia San Salvatore, fornendo ai visitatori spazi nuovi, rivisitati e ripensati per la comunicazione di una storia unica, quella della Miniera di Mercurio di Abbadia. Per l’estate 2016 il Consorzio Terre di Toscana ha pubblicato le attività e i programmi previsti per sfruttare al meglio il nuovo Museo Minerario: ecco il volantino. Vi ricordiamo che gli ospiti dell’Hotel Fabbrini hanno uno sconto permanente sui biglietti di ingresso al Museo Minerario

Francigena Folk Festival 2016 – Programma Francigena Folk Festival #FFF2016

Dal venerdi 29 luglio a domenica 31 luglio ad Abbadia San Salvatore torna il Francigena Folk Festival 2016, festival ispirato alla Via Francigena (che passa anche da Abbadia, leggi qui) come dice il nome, alla musica Folk, ai prodotti artigianali, la buona birra, il buon mangiare…tutto nel piazzale dell’Abbazia del SS Salvatore ad Abbadia (200 metri dall’Hotel Fabbrini – bisogno di una camera?)

Amico Museo & l’Abbazia del SS. Salvatore storia, arte, liturgia e archeologia

Sul portale del Turismo di Abbadia San Salvatore Cittdellefiaccole.it le due iniziative culturali di grande pregio di Sabato 21 Maggio ad Abbadia San Salvatore. Due momenti distinti, prima all’Abbazia del SS Salvatore (quest’anno Chiesa Giubilare, leggi qui) e poi al Museo Minerario di Abbadia. Potete leggere il programma nelle locandine che seguono.

Programma Festa Medievale Abbadia 2016 – Offerta dei Censi

Il Sito del Consorzio Terre di Toscana riporta il Programma Festa Medievale Abbadia 2016, aggiornato costantemente. Consigliamo di riferirsi sempre a questa fonte ed al portale Abbadia Città delle Fiaccole per qualsiasi info su eventi e feste ad Abbadia. *** Aggiornamento: link edizione Festa Medievale Abbadia San Salvatore 2017 ***

Festa Medievale Abbadia San Salvatore 2016 – Offerta dei Censi

Il nuovo portale online di Abbadia San Salvatore (si chiama Abbadia Città delle Fiaccole, in onore delle Fiaccole di Natale di Abbadia, la nostra tradizione più antica sentita e caratteristiche) ci parla del programma della Festa Medievale Abbadia 2016, anche conosciuta come Offerta dei Censi. Citiamo il portale ufficiale per illustrare il significato del nome *** Aggiornamento: link edizione Festa Medievale Abbadia San Salvatore 2017 ***

Le Sorgenti del Fiora

Le Sorgenti del Fiora: uno spettacolo naturale che si può ammirare a Santa Fiora, sul Monte Amiata. 700 litri di acqua al secondo sgorgano direttamente dalle pietre del vulcano amiatino (non preoccupatevi, ve lo ripetiamo: è spento da migliaia di anni!!) Il Fiora alimenta l’approvigionamento di acqua di tutta la provincia di Grosseto, tramite il servizio svolto da Acquedotto del Fiora Spa. Acquedotto del Fiora cura anche la prenotazione delle visite e regola gli accessi alle sorgenti del Fiora che si possono ammirare alla fine di un lungo tunnel scavato nella pietra (un tunnel che, come si può intuire, conserva anche memorie dei tempi di guerra quando i santafioresi vi trovavano rifugio per ripararsi dai bombardamenti) Per poter visitare le Sorgenti del Fiora è necessario rivolgersi all’associazione Minatori per il Museo che, in accordo con il Comune di Santa Fiora e Acquedotto del Fiora cura le prenotazioni. Infatti, per visitare le sorgenti dell’acquedotto, si deve ottenere l’autorizzazione da parte dell’Acquedotto del Fiora S.p.a , facendo parte, le gallerie, di una struttura preposta alla distribuzione idrica che serve, in questo caso, la quasi totalità della Provincia di Grosseto. Le visite sono in linea di massima sempre autorizzate per i giorni feriali con orari che vanno dalle 9,00 alle 12,30 dal lunedì al venerdì e dalle 14,30 alle 16,00 dal lunedì al giovedì, sempreché prenotate con almeno 10 gg di anticipo. E’ anche possibile richiedere l’accesso per i giorni festivi, con largo anticipo (almeno un mese prima) per gruppi superiori alle 20 unità o in caso di eventi culturali o scientifici rilevanti. Da segnalare il costo per visitare le Sorgenti del Fiora è di euro…zero: gratis! Citiamo nuovamente il sito del Museo delle Miniere di Mercurio del Monte Amiata L’accesso all’acquedotto deve essere sempre effettuato con accompagnatori autorizzati da Acquedotto del Fiora S.p.a e sia la prenotazione della visita che il servizio di accompagnamento all’interno della Galleria Nuova, sono GRATUITI. Tuttavia il percorso, in questo caso non sarà guidato, l’accompagnatore parlerà solo degli elementi essenziali del luogo visitato, l’incontro con il gruppo avverrà presso i cancelli della struttura ed il termine della visita avverrà con l’accompagnamento del gruppo al di fuori dell’area acquedottistica. Il costo per la visita guidata è di € 80 per le scolaresche e € 90 per gli altri gruppi. Vanno inoltre considerati i costi di accesso alle strutture (in convenzione) Museo delle Miniere e Peschiera che sono di 2 € a persona. Riportiamo infine informazioni riassuntive sulle formalità da espletare e sui contatti Sorgenti del Fiora per la prenotazione, sempre raccomandando di controllare il sito indicato per qualsiasi cambiamento o novità! E’ evidente che Amiata e Ritorno non è in alcun modo responsabile delle informazioni riportate e di eventuali modifiche che dipendono da Comune, Acquedotto del Fiora, Museo e quanto altro condizioni la fruibilità dell’accesso alle Sorgenti del Fiora Per prenotarsi: La prenotazione per la visita deve essere fatta tramite fax al numero: 0564 977142 oppure allo 0564 978823 o direttamente per e-mail: minieredimercurio@gmail.com . Per eventuali contatti […]

Abbazia del San Salvatore Chiesa Giubilare ad Abbadia!

Anche l’Abbazia del San Salvatore che dà il nome al nostro paese è stata indetta Chiesa Giubilare, con il decreto del Vescovo Stefano Manetti di Montepulciano che ha stabilito che venga aperta una Porta Santa nella Chiesa suddetta. Ne dà notizia il Parroco di Abbadia tramite un comunicato stampa apparso sulla Postilla – Abbadia News proprio oggi. Così dice don Giampaolo: Carissimi fratelli e sorelle, in occasione dell’Anno Giubilare della Misericordia indetto da Papa Francesco e che ha visto aprire la Porta Santa nelle principali Basiliche di Roma e del mondo cristiano, il nostro Vescovo, Monsignor Stefano Manetti, con decreto del 17 febbraio 2016  (Prot.26/A.35.a), riconoscendo l’alto valore storico, culturale, spirituale che l’Abbazia del Santissimo Salvatore ha avuto nel corso dei secoli, a partire dall’ VIII sec., e prendendo atto del decreto “sub umbra Petri” con cui la Santa Sede concede alla nostra Abbazia gli stessi privilegi spirituali della Basilica Vaticana  CONCEDE  che l’Abbazia del Santissimo Salvatore sia a tutti gli effetti Chiesa Giubilare dal 10 luglio al 18 settembre 2016 e che in questo periodo sia aperta in essa ufficialmente la Porta Santa della Misericordia che accolga fedeli e pellegrini.  Di questo evento unico nella storia della nostra Abbaziasiamo grati al Signore, che lo hareso possibile attraverso la sensibilità pastorale e la benevolenza del nostro Vescovo. Abbadia San Salvatore 09.03.2016 Santa Francesca Romana   Riportiamo di seguito il documento con cui il Vescovo Manetti ha decretato l’apertura della Porta Santa all’Abbazia del San Salvatore Chiesa Giubilare di Abbadia San Salvatore Alcuni link che parlano dell’apertura delle Porte Sante come nel caso dell’Abbazia del SS. Salvatore   http://www.avvenire.it/Chiesa/Pagine/mappa-porte-sante-in-Italia.aspx http://www.touringclub.it/notizie-di-viaggio/giubileo-che-cose-la-porta-santa http://www.repubblica.it/vaticano/2015/12/14/foto/giubileo_porte_sante_mondo-129436983/1/#1

Presentazione Pubblicazione Via Francigena ad Abbadia San Salvatore

Sabato 2 aprile alle ore 16:30, nella Saletta del Centro Giovani in Via Mentana ad Abbadia San Salvatore, l’esperto studioso Stelvio Mambrini presenterà la sua pubblicazione intitolata Le Strade per l’Abbazia e la Via Francigena nell’alto Medioevo, un focus particolare sui legami fra la Via Francigena e l’Abbazia del San Salvatore di Abbadia. Gli studi sulla Via Francigena sull’Amiata sono ampi e approfonditi. L’itinerario di pellegrinaggio, che ricalca in queste zone il tracciato della vecchia e nuova Via Cassia, passandro per San Quirico d’Orcia e Radicofani (si legga questo pezzo su inToscana), ha ormai anche una Variante Ufficiale per Abbadia San Salvatore. La chiesa che dà il nome al paese di Abbadia era un importantissimo edificio di culto per la Toscana meridionale e con i suoi possedimenti recitava un ruolo di primo piano nell’assetto politico istituzionale del MedioEvo toscano.

Museo Minerario di Abbadia aperto per Pasqua e Pasquetta

i Campus Pasquali al Museo Minerario di Abbadia: laboratori, escursioni, caccia al tesoro, pranzo del minatore e tante altre attività uniche!

Presentazione Pubblicazione Via Francigena Abbadia San Salvatore

La Via Francigena passa anche per Abbadia San Salvatore.Stelvio Mambrini, studioso di storia e cultura del territorio badengo, amiatino, toscano in generale, presenta la sua pubblicazione. Alle ore 16.30 di sabato 2 aprile, presentazione al Centro Giovani di Abbadia della pubblicazione Le Strade per l’Abbazia e la Via Francigena nell’Alto Medioevo di Stelvio Mambrini, pubblicazione che potrà chiarire le idee sul ruolo che Abbadia ricopre, veramente, nel quadro di uno degli itinerari di pellegrinaggio più importanti della cristianità. L’itinerario della Via Francigena per Abbadia San Salvatore è una “variante ufficiale” (ormai completata al momento in cui scriviamo) del percorso ma è più che lecito pensare che l’Abbazia del Santissimo Salvatore che dà il nome al centro più popoloso del Monte Amiata. La chiesa, fondata dal leggendario Re Ratchis nel VIII secolo d.c. (consacrata da Winizo nel 1035) era senza ombra di dubbio uno degli edifici sacri più importanti di tutto il centro Italia: controllava la Via Francigena dall’alto, affacciandosi sulla Val d’Orcia e sulle crete senesi intorno a Radicofani e aveva possedimenti addirittura fino a Talamone, in Maremma. Un territorio sconfinato che ne faceva tappa obbligata per i pellegrini. Se volete sapere qualcosa di più sull’Abbazia del San Salvatore di Abbadia sul monte Amiata consultate il sito ufficiale, bellissimo, dell’Abbazia http://www.abbaziasansalvatore.it/ Per informazioni sugli Itinerari del Sacro sul Monte Amiata, cliccate qui foto credit online

Top